Images de page
PDF
ePub

Signora Sovrana di Cremona, e la Sereniffima Repub- 1754 blica in qualità di Signora Sovrana 'di Brescia.

[merged small][ocr errors][ocr errors]

Salve per tanto le ragioni private, se l'infrafèrittë Libronacofe, farà libero alle due Nazioni l'ufo delle acque del vigation. Fiume. e libera la Navigazione in quelle partiz overe di prefente, o potrebbe nell'avvenir divenir navigabile, éd efente da ogni Dazio di Tranfito fulle acque del Fiume medefimo. To

[ocr errors]

ART. IV.

[ocr errors]

In confeguenza dovrà per l'avvenire, e dopo le Droit de ratifiche del prefente Trattato ceffare il Dazio di Tran- tranfit. fito, che il Poftiere di Robecco a nome dell' Imprefario della 'Gabella Groffa di Cremona cola efigeva da quelli, che tranfitavano Topra le acque comuni di detto Fiume, procedendo dalle parti fuperiori dello Stato Venero verfo le inferiori; anzi per non rendere eluforio un tale concerto connaturale ad un Fiume comune fra due Principi, fefta convenuto, che quefto Dazio debba totalmente ceffare in benefizio de' Sudditi della Serma Repubblica Condomina del Fiume medefimo, e non poffa per tutto il tratto di effo altrove trafportarfi, dovendo le merci procedenti dallo Stato Veneto fuperiore poter difce: dere Ollo medefimo fenza alcun aggravio per la parte dello Stáro di Milano fino al loro fbarco effettivo nello Stato Veneto inferiore, purchè tranutando fi prefentino all' infrafcritta Pofta di Calyatone, e provino colli foliti certificati, o bollette, che provengano da detto Stato Venero fuperiore, e promettino di riportare il ritorno, o fia i refponfali di dette merci, cioè la fede che fieno effettivamente finite nello Stato Veneto inferiore, firmata dalla Dogana Veneta, ove faran andate a terminare, mentre, accordandofi tale efenzione folamente a rifle ffo del Condominio fpettante alla Repubblica in detra parte dell' Ollio, non deve effere comune nè ad altre Nazioni, nè ad altre Provincie che alle fue; ben intefo però, che la detta denuncia, e la detta prefentazione de' ritorni, debba farfi fenza spesa veruna dei Conducenti.

ART. V.

Dövranno perciò li Proprietarj, e Conducenti di altre Item. Nazioni, o di robe, e merci procedenti da qualunque luogo fuperiore, e non dirette allo Stato Veneto infeSupplem. T. II.

E

riore,

1754 riore, continuare per l'avvenire, difcendendo il Fiume, i pagamento del folito Dazio di Tranfito, qualunque fia la parte a cui fono dirette, eccettuata la Veneta; ma in vece di pagarlo' come in paffato, alla Pofta di Robecco, fituata fulle acque intermedie, e comuni, dovranno, affinchè le dette acque reftino libere da ogni pagamento, ed infecuzione, pagarlo alla Pofta di Calvatone, dipendente dalla Gabella Groffa di Cremona, e fituata in faccia al Mantovano, e al di fotto del Bozolefe, e cofi fuori delle acque fuddette intermedie, e comuni. ed all' itteffa Pofta di Calvatone dovrà continuare a farfi il pagamento del Dazio di Tranfito, come prima, da chi condurrà merci, o altre robe foggette a' Dazj dalle parti inferiori anche Venete fu per l'Ollio verfo le parti fuper ori anche Venete, afcendendo detto Fiume, per effere, come fi diffe, detta Pofta fituata in luogo, che non pregiudica al Condominio del Fiume nella parte fuperiore intermedia.

Droit

et de

ART. VI

[ocr errors]

Potranno però tanto l'Imprefario di Pontevico, quanto d'entrée il Poftiere di Robecco accudire come prima ad efigere i fortis. Dazj di entrata, ed ufcita da quelli, che dalle acque comuni barcheranno ful continente, o dal continente rifpettivamente s'imbarcheranno in dette acque; permeffa in oltre a medefimi l'infecuzione dentro le acque me defime, quando alcuno s'imbarcaffe fenza aver pagato rifpettivamente i Dazj di ufcita.

Juris

ART. VII.

Apparterrà promifcuamente alli due Sovrani, e pro dition, indivifo la giurisdizione ful Fiume in dette parti inter medie, e comuni; farà per tanto reciprocamente permeffa l'infecuzione de' Malviventi, e l'arrefto, fino all' oppofta ripa.

trimi

ART. VIII.

Juris- Trovandofi in detto Fiume nei fiti intermedj cadaveri dition fommerfi naturalmente, o criminofamente, o di perfone nelle, uccife, apparterrà la Vifita, o Proceffo al Foro di cui farà originario il fommerfo, o l'uccifo, e non effendo conofciuto il cadavere, o effendo foreftiere, farà luogo alla prevenzione fra li due Fori di Cremona, e di Brefcia, li quali dovranno darfi reciprocamente la mano per far avere alla Giuftizia il fuo luogo. Succedendo delitti minori dell' Omicidio nelle acque fuddette, dovrà l'offefo

rivolgerfi al Foro fuperiore del delinquente per confeguirne il caftigo; ed effendo il delinquente foreftiere ricorrerà l'offefo al Foro del proprio Principe; ed effendo egli pure foreftiere, farà in fuo arbitrio il ricorfo.

ART. IX.

1754

Occorrendo confegne di Malviventi dovran farfi alla Pourmetà del Fiume, col concorfo di ambi li Fori. Suite.

7 ART. X.

La Pefca nel Fiume apparterrà per metà a' Frontifti Pocke di una parte, e dell' altra, li quali potranno intenderfi fra di loro per pefcare promifcuamente, o dividere la Pefca a' tratti, o a' tempi come hanno praticato finora, e come crederanno della loro maggior convenienza; e quando non poffano convenirfi, farà penfiere dell' uno, e dell' altro Governo di concertarfi affieme per imporre loro quella norma, che farà creduta più giufta.

ART. XI.

pour la

Sarà però per pubblico Editto loro difefo di valerfi Mofures per la Perca di Arrelate, o altri iftromenti impeditivi peche. poco, o molto del corfo del Fiume; anzi dopo la ratifica del prefente Trattato dovran tutti Manu Regia rimoverfi, e proibirfi reciprocamente con Editti penali, colla facoltà anche ad ogni terzo di rimoverli di fatto proprio. non dovendo permetterfi per la Pefca, tanto nelle parti Navigabili, che non Navigabili di detto Fiume, fe non l'ufo delle cofi dette arti, e reti a filo.

ART. XIL

Sua M. permetterà a' Proprietarj de Molini, e Porti Moulins. Brefciani, o promifcui, fpecificati fotto il n. 4. di appoggiarli alla Ripa Cremonefe, e far ufo delle acque comuni per detti Molini, e per detri Porti, fenza che poffano effere accataftrati, ne cenfiti, nè aggravati di alcun carico per la parte del Cremonefe, e viceverfa la Serma Repubblica permettrà ai Proprietatj de' Molini, Porti Cremonefi. o promifcui fpecificati fotto il n. 5. di appoggiarfi, alla Ripa Brefciana, e valerfi delle acque comuni per ufo di detti Molini, e di detti Porti, fenza che poffino effere nè accataftrati, nè cenfiti, nè aggravati di alcun carico per la parte Bresciana, dovendo li primi rispetto a Cremona, e gli altri rifpetto a Brescia, godere per detti. Molini, e Porti, e per le perfone infervienti a' medefimi dell' illimitata, e perpetua efenzione,

1754 di cui han goduto finora alle Ripe rispettivamente oppofte, giacchè fe foffero in ambi luoghi egualmente aggravati, farebbe loro impoffibile di mantenere i detti Molini, e detti Porti 1.

Nouvel

[ocr errors]

ART. XIII.

Sara alli fteffi Proprietarj, e loro Eredi e Succeflas con fori permeffo di tenere i detti Molini, e i detti Porti ftructions, fopra detto Fiume, ma venendo alcuno di detti Molini, o di detti Porti per qualunque cafo a mancare affatto, non fara permeffo di farrogarne altro fenza il concorde confenfo di S M. e della Serma Repubblica, e molto meno d'introdurre di nuovo, o altri Porti, o altri Molini, falva però a Portige Molini la libertà della ubicazione & proporzione del filane del Fiume, odom-bera sumar

Moyens

199 - ART. XIV.

[ocr errors]

Ne' (ofpetti della pubblica falute farà permeflo ad de fureté ambi i Dominj impedire il tragitto de' fuddetti Porti, e la comunicazione di detti Molini, anche, con renderli oziofi nel modo, che ogni Dominio credera della fua

Barques

[merged small][ocr errors]
[ocr errors]

bo ART. XVICE Lb off

Saranno indiftintamente proibite le barche di trade trajet, gitto dall' una, e dall' altra parte del Fiume arbitrariamente introdotte da' Cremonefi, e da Brefciant, per effere quefte pregiudiziali alla ragione legittima di detti Porti

Canaux.

Pallavi.

cino.

[ocr errors]

48 1151 A‚árs XVI.3 › silab dal not di Saranno pure permefle in tutto il corfo del Fiume le Seriole, o fia Canali, fi macinatorj, che irrigatorj, defcritti nelle Mappe fuddette. Dovranno però modularfi le bocche della Seriola de Molini di Urago dalla parte. Brefciana, e della Seriola Calciana dalla Cremonefe, proporzione delle rispettive loro ragioni di acqua, e non potranno aprirfi nuove Seriole 77

concorde delli due Sovrani.e non col confenfo

...11

138 ART. XVII. U

Naviglio Dovrà il Naviglio Pallavicino continuare nello ftatob prefente, fopra cui non è stata rilevata alcuna difficoltà, e dovran pure continuare i Conforti del medefimo nella, correfponfione del folito livello alla Città di Brefcia," giacchè per rapporto alla Città di Cremona, ed al Fifco di Milano fu da detti Compartecipi nell'anno 1693 tran-? fatto fopra ciò, che poteffe effere ad effi dovuto. is

ART.

[merged small][merged small][merged small][merged small][ocr errors][subsumed][merged small]
[ocr errors]

ART. XVIII

P

1754

Dovrà al Naviglio Cremonefe confervarfi la ragione Naviglio d'acqua ad effo dovuta fecondo l'originaria conceffione Cremodell'anno 1337, nel modo regolato colle dichiarazioni nefe. degli Arbitri degli anni 1559 e 1561, registrate fotto il D. 4.*), ed effendo ftato pretefo, che poffa efferfi pregiudicato alle volte alla detta ragione, o fortuitamente per fatto del Fiume, o dolofamente per colpa degli Intereffati contrarj.con approfondire dalla parte Brescianá il detto del Fiume, medefimosè ftato convenuto, che fia all' una, e all' altra parte proibito ogni operazione diretta ad approfondire il fondo naturale del Fiume, e che li quattro Ingegneri Azalini, Merlo. Roffi, e Criftiani fi portino ful fatto, e rilevino, e riferiscano alla Commeffione, fe vi fiana mezzi adattati a meglio afficurare l'esecuzione di detta Maffima, e ciò per le provvidenze ulteriori nel tempo dell'esecuzione; ben intefo che occorrendo qualche nuova opera, fi taccia a fpefa de Cremonefi, e che fi abbiano presenti le dichiarazioni fuddette.

ART XIX.

[ocr errors]

Dovranno gli Ingegneri Merlo, e Criftiani riconofcere Seriola la bocca della Seriola Donna, per vedere fe fia vero, che Donna. il letto del Fiume fiafi abbaflato, in modo che in tempo d'Eftate, e di penuria d'acque, non pofla imboccare la fua ragione, e riferire alla Commeftione i mezzi, che troveranno adattati per riparare al difordine; ben intefo che i Conforti di detta Calciana continuino alla Città di Brescia la folita prestazione di libre quattordeci Cera.

ART. XX.

[ocr errors]

ventions.

Elaminate le quattro Convenzioni feguite fra la Co- Ancioumunità Bresciana di Rudiano, e la Cafa Barbò Milanefe "es Congli anni 1500 23 Dicembre per rogito del Notajo GianVincenzo Coletti, 1677 12 Febbrajo per rogito del Notajo Nicolao, Albertoni, 1717 3 Gennajo per rogito di detto Notajo Albertoni, amendue di Soncino, e 1736 14 Maggio per fcrittura privata, dichiara la Commeffione effere Ipirata la convenzione di detto anno 1717, ed in confeguenza disobbligata la detta Comunità delle prestazioni E 3

in

J'omets ici cet annexe et les autres qui ont trop peu d'interêt pour la plupart des lecteurs et ne feraient intelligibles qu'avec le fécours des cartes mentionnées n. 172. 3. mais sis@qui ne font pas annexées à l'imprimé que j'ai devant moi.

« PrécédentContinuer »